spedizione gratuita

4C del diamante

Ogni diamante è un miracolo di tempo, di luogo e occasione. Come fiocchi di neve non ne esistono due esattamente uguali.
Fino alla metà del XX secolo non vi era alcun concordato per giudicare e classificare un diamante. Oggi le 4C sono il metodo universale per la valutazione della qualità di qualsiasi diamante, in qualunque parte del mondo.
La creazione di una tabella come le 4C è molto importante in quanto: la qualità del diamante può essere comunicata in un linguaggio universale e i possibili acquirenti possono sempre sapere con esattezza ciò che stanno acquistando.

Le 4C sono

CARAT: Il Peso del diamante è misurato in Carati

COLOR: Il Colore del diamante

CLARITY: La Purezza

CUT: Il tipo di Taglio del diamante

CARAT

Il peso o le dimensioni di un diamante si misura in carati (ct.).
Un carato pesa 1/5 di grammo ed è diviso in 100 punti.

Per esempio:

  • 0,75 carati = 75 punti = 0,15 grammi
  • 1/2 carati = 50 punti = 0,10 grammi
  • 1/4 carati = 25 punti = 0,05 grammi

La possibilità di dividere il carato fino a 100 punti consente di effettuare misurazioni molto precise, fino al centesimo o millesimo di carato. Chiaramente più carati ha un diamante e più il costo aumenta, non in maniera proporzionale ma in modo esponenziale. Questo perché i diamanti più grandi sono più rari e più desiderabili.

Comunque due diamanti di uguale caratura possono avere valori molto diversi e prezzi molto differenti, in funzione degli altri tre fattori delle 4C: chiarezza, colore e taglio. È importante ricordare che il valore di un diamante si determina utilizzando la valutazione di tutte le 4C, non solo il peso in carati.

COLOR

La valutazione del colore della maggior parte dei diamanti di qualità si basa sull’assenza di colore. Un diamante chimicamente puro e strutturalmente perfetto non ha tonalità, come una goccia d’acqua pura, e di conseguenza ha un valore superiore.

Il sistema di classificazione del colore dei diamanti è una scala che va dalla D alla Z e misura il grado di assenza di colore. Per la valutazione si pone la pietra sotto illuminazione controllata, in condizioni di visione precise e si confronta con delle pietre chiamate Master Stones, che sono pietre di paragone per l’esatta classificazione del colore.

CLARITY

Nei diamanti la purezza si riferisce all'assenza di inclusioni e segni. Un diamante si considera puro se alla lente a 10 ingrandimenti risulta privo delle suddette caratteristiche.

I diamanti naturali sono il risultato del carbonio esposto al calore e alla pressione presenti nelle profondità della terra. Questo processo può produrre nel diamante una varietà di caratteristiche interne chiamate “inclusioni” e di caratteristiche esterne definite “macchie”.

I Diamanti naturali sono il risultato di carbonio esposto ai tremendi calore e pressione delle profondità della terra. Questo processo può produrre nel diamante una varietà di caratteristiche interne chiamate ' inclusioni ' e di caratteristiche esterne definite ‘‘macchie‘‘.

Valutare la purezza del diamante consiste nel determinare il numero, le dimensioni, il rilievo, la natura e la posizione di tali caratteristiche, e come queste influenzano l'aspetto complessivo della pietra. Aumentando gli ingrandimenti, nessun diamante è perfettamente puro, ma più ci si avvicina a questa definizione e maggiore è il suo valore.

La principale scala internazionale della valutazione della purezza di un diamante è la seguente:

  • InternallyFlawless (IF) Non ci sono inclusioni visibili a 10 ingrandimenti
  • Very, Very Slightly Included (VVS 1 e VVS 2) Inclusioni così lievi che sono difficili per un selezionatore esperto vedere a 10 ingrandimenti
  • Very Slightly Included (VS 1 e VS 2) Le inclusioni sono osservabili con sforzo a 10 ingrandimenti
  • Slightly Included (SI 1 e SI 2) Le inclusioni sono evidenti a 10 ingrandimenti
  • Included (I 1, I 2, I 3) Le inclusioni sono evidenti a 10 ingrandimenti che possono influenzare la trasparenza e brillantezza

Molte inclusioni e macchie sono troppo piccole per essere viste da chiunque non sia un Gemmologo molto esperto. A occhio nudo una VS 1 e un SI 2 possono sembrare esattamente lo stesso diamante, in realtà i due sono molto diversi in termini di qualità complessiva. Questo è il motivo per cui è meglio rivolgersi a esperti per la valutazione accurata della purezza del diamante.

CUT

Il taglio di un diamante sprigiona la sua Luce.

I diamanti sono rinomati per la loro capacità di trasmettere luce e brillantezza in maniera intensa. Il taglio è una delle caratteristiche più importanti per un diamante (tondo, cuore, ovale, marquise, goccia), migliore sarà il taglio del diamante con angolazioni precise, più la luce potrà riflettere all’interno della pietra esaltandone la brillantezza. Infatti quando un raggio di luce tocca la superficie del diamante, parte di essa viene riflessa, grazie a un fenomeno chiamato rifrazione esterna. La parte del raggio riflesso verso le uscite di superficie viene rotto in colori spettrali, con un effetto prismatico, dando vita alla dispersione. Tutti questi elementi contribuiscono alla brillantezza di un diamante.

Vuoi supporto per acquistare sul nostro sito?

Ti chiamiamo gratis.
Non voglio lo sconto